Come preparare graduatamente la pelle all’esposizione solare

Il nostro corpo ha bisogno dei raggi ultravioletti, che andrebbero presi tutto l’anno. Sedute graduali di solarium a bassa pressione, che presentano una maggiore componente di raggi UVB, prepareranno meglio la vostra pelle all’esposizione solare.

Solarium: prepararsi all'esposizione solarePrecauzione e gradualità

Il famoso Oncologo Umberto Veronesi ha scritto:

“Prendere il sole (con gradualità e moderazione) fa bene alla salute. Io amo il sole, non ho fastidio del caldo e associo l’estate al piacere di sentire i suoi raggi sulla pelle. Mi rendo conto, però, che per molti questa gioia genuina è adombrata da diversi dubbi sui suoi effetti sulla salute. A tutti ripeto una sola raccomandazione: il sole fa bene, ma con gradualità.

Il nostro corpo ha bisogno dei raggi ultravioletti, che andrebbero presi tutto l’anno. Da evitare è solo la forte intensità dell’esposizione in un tempo breve. Le esposizioni saltuarie e intense sono, infatti, quelle che causano più facilmente le scottature. 

Per lo stesso motivo non sono contrario neanche alle lampade solari come preparazione della pelle all'esposizione ai raggi naturali.

La regola della gradualità vale anche in questo caso.”


I raggi UVB Sono più energetici rispetto agli UVA e sono concentrati soprattutto nel periodo estivo, in particolare nelle ore centrali della giornata e sono loro i responsabili degli eritemi e delle scottature. Per tutti questi motivi delle sedute graduali di solarium a bassa pressione, che presentano una maggiore componente di raggi UVB, prepareranno meglio la vostra pelle all’esposizione solare.
Si inizierà con brevi sedute in modo da far abituare la pelle in maniera moderata e in seguito si aumenteranno i tempi dell’esposizione.
Così facendo eritemi e scottature saranno solo un lontano e brutto ricordo.

Tags:

solarium abbronzarsi cura pelle raggi uva